”Non una di meno”: in piazza contro la violenza sulle donne

 

img_2196

 

In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, ricorrenteil 25 novembre, si è svolta a Roma sabato 26 novembre la manifestazione “Non una di meno”, con corteo partito da Piazza della Repubblica e conclusosi a Piazza San Giovanni. Promossa da centri antiviolenza, Case delle donne, Istituzione e vari enti, quest’anno ha visto crescere notevolmente la partecipazione, che nel corso del corteo sarebbe arrivata a 200 mila persone, 100 mila in più rispetto alle stime iniziali. Tali cifre sono state fornite da Tatiana Montella, leader di “Io decido”. Altri partecipanti di rilievo impegnati in prima linea la Casa Internazionale delle Donne, la cooperativa sociale BeFree e in particolare l’associazione Sa.pe.vi., con la Presidente Barbara Visca e l’insegnate Marilù Felici, della scuola “Scarpette Rosse”. Entrambe hanno creato sportelli anti violenza donna nelle sedi dei centri di Primo Ascolto (CAO) in tutta Italia.

Nel corteo c’erano donne di tutte le generazioni e biografie, anche diversi uomini, soprattutto giovani; nel corteo colorato tanti cartelli di denuncia contro medici obiettori, contro le discriminazioni sui posti di lavoro, della chiusura dei consultori, sul rifiuto del maschilismo e del patriarcato; il colore predominante è stato il rosso, simbolo delle donne vittime di violenza da parte degli uomini. Tra gli striscioni il tema del femminicidio è stato predominante negli slogan, ma non ci sono state invettive contro i politici,a dimostrazione che, come sottolinea Titti Carrano – responsabile di Dire (Donne in rete contro la violenza) – “le differenti realtà hanno tutte l’obiettivo comune di riaffermare una nuova stagione di consapevolezza”.

Follow by Email
Facebook
Twitter