Gioco d’azzardo: la passione che uccide altre passioni

Il Disturbo da Gioco d’Azzardo, così come viene definito dal DSM V, il testo di riferimento internazionale per il riconoscimento e la definizione delle patologie e delle alterazioni comportamentali, si traduce, nella pratica, nel porre come perno emotivo-motivazionale della propria esistenza lo scommettere su corse di cavalli, partite di calcio, tennis e altri sport, giocare a carte (poker, chemin de fer, trente et quarante, black jack, etc), oppure, entrare nella ragnatela labirintica delle slot machine o nella compulsione acefala del gratta e vinci. Certamente, affinché questi comportamenti siano definiti patologici occorre che si strutturino in condotte mal adattative e persistenti capaci di esercitare una influenza negativa sulla qualità della vita del soggetto dal punto di vista affettivo, familiare, professionale, sociale ed economica.

Per saperne di più: La passione che uccide le altre passioni

Guarda il video sul canale di I Woman

Follow by Email
Facebook
Twitter