Messina, per 12 volte denunciò il marito che poi la uccise: condannati i pm

La Corte d’Appello di Messina ha stabilito che ci fu dolo e colpa grave nell’inerzia dei pm che, dopo gli atti di violenza di violenza da parte del marito, lo lasciarono libero di continuare, nonostante le dodici denunce di Marianna Manduca, assassinata nel 2007 con sei coltellate.

Per saperne di più: Il Fatto Quotidiano

Follow by Email
Facebook
Twitter